54 responses to “The Sad State of Open Source in Android tablets”

  1. Longjohn

    I hate Pandigital’s continued and blatant VIOLATION of the GPL v2 license for the Linux Kernel, Busybox, iptables, WPA Supplicant, and libwebcore. After over 18 months Pandigital refuses to make available the Source Code for these things as demanded by the GPL v2 license.

    Either cough up the Source Code or stop using this code in violation of Copyright Laws of the USA and other countries

  2. Francisco d'Anconia

    I thought Samsung was supporting open source in its Galaxy Tab. I don know what they are doing but the galaxy tab is an awesome piece of software.

    Real Estate IDX

  3. Oracle vs Google, una questione privata | gNuis

    […] Pensare che a ben vedere, se proprio si vuole incolpare qualcuno (anche se non ha senso), la colpa e' tutta della Sun, che quando decise di rilasciare Java sotto licenza GPL, le concessioni dei brevetti che la accompagnavano erano valide solo se gli sviluppatori utilizzavano implementazioni Java pienamente conformi. Il problema ora e' che sono molti gli sviluppatori che hanno utilizzato le implementazioni Open Source di Java non pienamente conformi e questo li rende potenzialmente vulnerabili ad azioni legali da parte di Oracle. Inoltre a pagare le conseguenze di una eventuale vittoria (in tribunale) di Oracle potrebbe non essere solo Google, ma anche chi ha sviluppato applicazioni per Android con Dalvik, comprese quelle Open Source. Ma gia' adesso non e' che sia molto felice la situazione dell'Open Source nei dispositivi Android. […]

Leave a Reply